SUCCEDE

Il Papa che non smette mai di stupire

Roberta Trucco
Scritto da

“Perdonatemi se sono un po’ femminista”. Con queste parole il Papa, poco prima di stupire il mondo con i suoi discorsi americani, ha stupito le donne. Sembra che il Pontefice, uomo in cammino come tutti noi, abbia compreso  che lo stereotipo della femminista,  che si schiera contro gli uomini tout court, non rende giustizia al grande pensiero e lavoro prodotto dalle donne nell’arco dei secoli.

Solo pochi mesi fa aveva detto: “non è femminismo osservare che Maria è molto più importante degli apostoli». Schermata 2015-09-25 alle 20.23.02Oggi, si spinge a dire pubblicamente che “c’è lo spazio per una teologia della Donna”. Finalmente le parole del Papa vanno verso un pieno riconoscimento del soggetto donna e abbattono giorno dopo giorno stereotipi stantii che bloccano il pensiero in ideologie preconfezionate.

Come dice giustamente la monaca catalana Teresa Forcades i Vila nel suo libro “La teologia femminista nella storia “, uscito in italiano l’8 luglio scorso a cura della casa editrice Nutrimenti: “La teologia femminista sta alla teologia, come il femminismo sta all’umanesimo… . Né la teologia né l’umanesimo  possono essere autentici senza tenere in considerazione le donne, non come oggetti di studio, ma come soggetti di conoscenza e azione.”

Avanti così Caro Papa, perché mostrare apertamente che siamo sempre in cammino è un atto di umiltà straordinario. È giunto  il tempo perché uomini e donne camminino fianco a fianco, dentro e fuori casa. In una Chiesa così torno a riconoscermi.

Chi ha scritto questo post

Roberta Trucco

Roberta Trucco

Classe 1966, genovese doc (nel senso di cittadina innamorata della sua città), felicemente sposata e madre di quattro figli. Laureata in lettere e filosofia. Da sempre ritengo che il lavoro di cura non si limiti all'ambito domestico, ma debba investire il discorso politico sulla città. Per questo sono impegnata in un percorso di ricerca personale e d’impegno civico, in particolare sui contributi delle donne e sui diritti di cittadinanza dei bambini. Amo l'arte, il cinema, il teatro e ogni tipo di lettura. Da alcuni anni dipingo con passione, totalmente autodidatta. Intendo contribuire alla svolta epocale che stiamo vivendo con la mia creatività unita a quelle delle altre straordinarie donne incontrate nella splendida piazza del 13 febbraio 2011 di Se non ora quando. Credente, definita dentro la comunità una simpatica eretica, e convinta "che niente succede per caso."

https://www.facebook.com/roberta.trucco.5/about
http://27esimaora.corriere.it/author/roberta-trucco/

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi