NOTIZIE

RASSEGNA STAMPA

Libere
Scritto da

RASSEGNA STAMPA SETTIMANALE 21 – 29 novembre 2015
Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne

 

Fondi anti-violenza: dove sono finiti i soldi? Regioni ancora poco trasparenti

Presentati gli ultimi risultati della campagna #donnechecontano, che monitora come sono stati spesi i 16,5 milioni di euro contro gli abusi di genere.

– IoDonna.it del 20/11/2015


 

Femminicidi: 152 in un anno, quasi dimezzati al Sud ma crescono al Nord

I numeri del terzo rapporto Eures su dati 2014. Meno vittime rispetto a un anno prima, Lombardia e Lazio le regioni con più casi.

– laRepubblica.it del 25/11/2015


La Sapienza, contro il femminicidio i propilei e la fontana della Minerva si tingono di arancione

Obiettivo dell’evento è stato quello di sollecitare non la commozione ma la riflessione, tentare di aprire gli occhi su quanto accade nel mondo, anche se sotterrato nel silenzio: una donna su tre è vittima di violenza.

– laRepubblica.it del 25/11/2015


 

Giornata Mai più complici alla Sapienza

Il 25 novembre, la più grande istituzione formativa del paese, l’università La Sapienza di Roma, ha scelto, attraverso i suoi più alti rappresentanti, di assumere pienamente il proprio ruolo e chiamare docenti, studenti e personale tecnico-amministrativo ad una riflessione approfondita sulla violenza contro le donne.

–  Che liberta.it del 26/11/2015

Violenza contro le donne, l’Europa cosa fa?

Il punto sull’aumento dell’intolleranza come conseguenza immediata delle stragi rivendicate dall’Isis (o da Al Qaeda).

– Che liberta.it del 26/11/2015


 

2° Puntata: Se non ora quando? Adesso!

Mai era accaduto che una tale massa di popolo, fatta di donne e uomini, si raccogliesse senza simboli di partito, sindacato o altre organizzazioni, su invito di un gruppo di donne. Come è stato possibile? Il racconto nella seconda puntata di Se non ora Quando – LA STORIA

– Che liberta.it del 29/11/2015


 

Chi ha scritto questo post

Libere

Libere

Siamo donne diverse per età, vita professionale e storie politiche. Molte di noi hanno fondato il grande movimento nato il 13 febbraio 2011 da un appello che si concludeva con le parole Se Non Ora Quando? Che libertà è il luogo dal quale lanciare alla società, alla politica e alla cultura la nostra nuova proposta: RIPRENDIAMOCI LA MATERNITÀ!

1 Comment

  • Sento perfettamente interpretato il mio pensiero e il mio sentimento in questa denuncia.Il rapporto madre-figlio costituisce una simbiosi così peculiare ed esclusiva da immiserire qualunque argomentazione a favore dell”utero in affitto”Non raccontiamoci storie:nessun atto d’amore,ma la ricerca della propria immortalità .

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi