CHE SPETTACOLO SENZA CATEGORIA

Le protagoniste di questo mese

Libere
Scritto da

 

TEATRO PICCOLO ELISEO/Madame Bovary 

LUCIA LAVIA MADAME BOVARY.JPG mediaIn scena dal 24 febbraio al 6 marzo, in prima nazionale al Piccolo Eliseo di Roma, torna un grande classico della letteratura francese: “Madame Bovary” di Gustave Flaubert, riscritto da Letizia Russo, per la regia di Andrea Baracco. Tra gli interpreti Lucia Lavia, Lino Musella e Gabriele Portoghese. Emma Bovary, moglie insoddisfatta di un mite medico di campagna, cerca un senso alla sua monotona esistenza in una serie di sfortunate vicende sentimentali. Una storia e un personaggio femminile troppo reale, quasi tangibile, che costarono a Flaubert un processo con l’accusa d’avere offeso la morale pubblica.

 

TEATRO SPAZIO UNO/Seduzione

Schermata 2016-02-17 alle 14.11.31Al Teatro Spazio Uno, sempre a Roma, in vicolo dei Panieri 3, nel quartiere Trastevere, dal 16 al 21 febbraio, la giovane regista Silvia Maria Vitale presenta “Seduzione”: la storia di un gruppo di donne comuni. Sullo sfondo della grande rivolta del ’68, con le contestazioni studentesche e la violenta lotta di classe, il salone di bellezza gestito dalla giovane Miriam ospita al suo interno, tra colpi di spazzola e smalti, tanti spaccati dell’epoca, spaccati che si intrecciano e generano un piccolo vortice di rivolte personali e al contempo universali. Storie raccontate con ironia, comicità e sensualità, ovviamente non tralasciando momenti poetici e di grande verità che saranno lo specchio di queste forti, seppur fragili e comuni, vite.

 

 

TEATRO STANZE SEGRETE/Donne d’amore e di lotta

12715936_10208396850144558_6243097815470858129_oMelania Fiore è la protagonista di “Donne d’amore e di lotta”, scritto e diretto da Enrico Bernard. Cinque grandi storie di donne si alterneranno sul palco del teatro Stanze Segrete di Roma (via della Penitenza, 3, Roma), dal 2 al 13 marzo. Da Penelope alla giovane violentata al G8 di Genova, passando per la Dulcinea del Don Chisciotte Sophie Taeuber-Arp, la cofondatrice del movimento dada (nel centenario del Manifesto che cambiò l’arte contemporanea) alla terrorista rossa tedesca Gudrun Ensslin “suicidata” nel carcere di Stammheim, le donne vivono di grandi passioni e di grandi ideali che le travolgono dissolvendosi all’alba come i sogni. Cinque grandi storie di donne per un 8 marzo “d’amore e di lotta”.

 

TEATRO DUE/Doppio taglio

MarinaSenesi_DoppioTaglio 03Vi siete mai chiesti come viene raccontata dai media la terribile piaga della violenza sulle donne? Potete scoprirlo insieme a Maria Senesi in scena con “Doppio taglio” di Cristina Gamberi, dal 25 al 28 febbraio, al Teatro Due di Roma (vicolo dei due Macelli, 37). Diretta da Lucia Vasini, con le musiche originali di Tanita Tikaram e le voci fuori campo di Filippo Solibello e Marco Ardemagni (Radio2), Maria Senesi ci mostra cosa c’è dentro la notizia, svelando come il ‘taglio’ scelto dai media, nella composizione di una fotografia o di un titolo di un articolo di giornale, possa trasformare anche la più sincera condanna della violenza in un’arma a ‘doppio taglio’.

 

Chi ha scritto questo post

Libere

Libere

Siamo donne diverse per età, vita professionale e storie politiche. Molte di noi hanno fondato il grande movimento nato il 13 febbraio 2011 da un appello che si concludeva con le parole Se Non Ora Quando? Che libertà è il luogo dal quale lanciare alla società, alla politica e alla cultura la nostra nuova proposta: RIPRENDIAMOCI LA MATERNITÀ!

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi