NOTIZIE

RASSEGNA STAMPA

Libere
Scritto da

RASSEGNA STAMPA 8 – 20 marzo 2016

Consiglio d’Europa boccia relazione de Sutter su utero in affitto: abbiamo vinto!

 

“Il Consiglio d’Europa respinge in Commissione la Risoluzione sull’utero in affitto presentata dalla deputata belga Petra de Sutter. Decisivi i due voti della delegazione italiana appoggiata da Se non ora quando – Libere”, hanno battuto le agenzie lo scorso 15 marzo.
Una vittoria davvero da festeggiare. Era dato per scontato che la risoluzione sarebbe passata, invece la nostra mobilitazione ha fatto la differenza dei due voti italiani che hanno consentito di respingerla. È stato un vero lavoro di “squadra” nazionale ed europea: insieme al movimento internazionale per l’abolizione della GPA siamo riuscite, dalla Francia alla Germania, dall’Austria all’Italia, a sensibilizzare i componenti della Commissione e dimostrare che quando c’è partecipazione e coinvolgimento anche nei livelli sovranazionali si riesce a far pesare la propria voce. Così abbiamo dimostrato che si può combattere per l’abolizione della surrogata e vincere.

 

 

I votanti erano 30, è finita 16 voti a 14 proprio grazie alle due parlamentari italiane appoggiate da Se non ora quando – Libere. “Ce l’abbiamo fatta!”, dice con un sospiro di sollievo una delle due, la senatrice del PD Teresa Bertuzzi.

Consiglio d’Europa, abbiamo vinto noi. Intervista a Teresa Bertuzzi
Che libertà.it del 16/03/2016

L’Europa ribadisce il suo no alla pratica dell’utero in affitto. La notizia del voto contrario del Consiglio d’Europa alla relazione che avrebbe riconosciuto agli stati membri dell’Unione il diritto di disciplinare, o vietare, la maternità surrogata a livello nazionale.

Consiglio d’Europa respinge relazione de Sutter: italiane determinanti
Che libertà.it del 15/03/2016

La mobilitazione davanti alla sede parigina del Consiglio d’ Europa del movimento internazionale contro la maternità surrogata.

Utero in affitto: mobilitazione davanti al consiglio d’Europa contro la regolamentazione
Che libertà.it del 15/03/2016

Il tentativo di arrivare ad una regolamentazione internazionale della maternità surrogata, come sostenuto fortemente dalle lobby che premono per un allargamento della loro clientela anche nei paesi in cui è vietata, rischia di ridisegnare nell’Occidente e nel mondo i confini futuri del concetto delle relazioni umane e sociali. La riflessione di Francesca Marinaro.

La missione civilizzatrice dell’Europa
Che libertà.it del 14/03/2016

Si e svolta alla Camera dei Deputati una conferenza stampa promossa da Milena Santerini (Demos), Eleonora Cimbro (PD), Elena Centemero (FI). Le delegate italiane al Consiglio d’Europa hanno evidenziato come la GPA entri in conflitto con la convenzione di Oviedo e con i documenti dell’ONU sullo sfruttamento delle donne. Intervengono Francesca Izzo e Francesca Marinaro di Libere.

8 marzo non mimose ma un impegno contro la maternità surrogata
Che libertà.it del 10/03/2016

 

Speciale 8 marzo 2016:

 

 

“Abbiamo moltissime donne parlamentari, donne a capo di aziende, scienziate, magistrate, alte dirigenti, ma siamo ancora molto indietro nell’occupazione femminile in generale”, afferma il simbolo femminile della nostra Repubblica.

MARISA RODANO: la battaglia più dura, quella per il lavoro
Che libertà.it del 10/03/2016

Non ce lo dimentichiamo in questa Festa della Donna che se oggi possiamo essere quello che siamo lo dobbiamo alla conquista del diritto di voto. Questa vicenda di passi avanti e passi indietro ce la racconta la storica Patrizia Gabrielli, docente di Storia contemporanea e Storia di genere.

PATRIZIA GABRIELLI: il voto alle donne era un atto dovuto
Che libertà.it del 08/03/2016

 

È quanto sottolineato anche dal presidente Sergio Mattarella, nel suo discorso al Quirinale per la Festa della donna, trasmesso in diretta dal Tg1 con il commento di Francesca Izzo di Se non ora quando – Libere.

MATTARELLA: libertà femminile ha ingrandito l’idea stessa di libertà
Che libertà.it del 08/03/2016

L’8 marzo è anche la data di uscita nelle librerie di un testo importante per Se Non Ora Quando – Libere: “La libertà ha camminato nei secoli prima di arrivare alle donne – scrive Cristina Comencini – Francesca Izzo racconta le pietre miliari di questo cammino, ma la necessità di scriverlo viene dall’ultima tappa, la nostra, quella che ci smuove il cuore e l’intelligenza, quella che stiamo costruendo insieme. Il libro dà voce a noi”.

Le avventure della libertà: il nuovo libro di Francesca Izzo dedicato alle Libere
Che libertà.it del 08/03/2016

 


Attualità:

 

“Il giovane cameriere che le serve, un po’ sorpreso, sembra domandarsi cosa anima e unisce il gruppo di donne così apparentemente diverse tra loro…”. Non perdetevi “Suffragette” il nuovo film di Sarah Gavron.

Suffragette in pizzeria
Che libertà.it del 18/03/2016

“Sii naturale, parlerai con il cuore, parlerai come una comandante donna”. Le nostre militari chiamate dalla ministra Pinotti, a raccontare la propria esperienza nella Difesa in occasione della presentazione alla Camera del film “Limbo” di Lucio Pellegrini.

La parità in marcia
Che libertà.it del 18/03/2016

In questi giorni a più riprese e da più parti è stato detto a Giorgia Meloni che non dovrebbe partecipare alla corsa al Campidoglio, ma ritirarsi per “fare la mamma” a tempo pieno. La riflessione di Annalisa Ciatti.

Caso Meloni – Bertolaso, il nodo è la libertà di scelta delle donne
Che libertà.it del 16/03/2016

Il problema è il messaggio che viene trasmesso alle giovani donne: la maternità risulta un ostacolo alla realizzazione dei loro desideri e aspirazioni. […] Invece, la libertà femminile deve avere tra le sue mete anche la maternità. Libertà e maternità devono andare insieme”.

Francesca Izzo di Libere al Tg1 sul caso Meloni – Bertolaso
Rai.tv del 15/03/2016

Tornano di moda le biografie di donne e uomini famosi al cinema, in tv ma anche in teatro. Al teatro di Ringhiera, a Milano, Laura Curino è Margherita Hack, per la regia di…

Biografie di donne protagoniste del loro tempo
Che libertà.it del 16/03/2016

 

 

 

Chi ha scritto questo post

Libere

Libere

Siamo donne diverse per età, vita professionale e storie politiche. Molte di noi hanno fondato il grande movimento nato il 13 febbraio 2011 da un appello che si concludeva con le parole Se Non Ora Quando? Che libertà è il luogo dal quale lanciare alla società, alla politica e alla cultura la nostra nuova proposta: RIPRENDIAMOCI LA MATERNITÀ!

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi