NO ALL'UTERO IN AFFITTO

Caso Cimbro, lettera di Se non ora quando: caro Pd da che parte stai?

Libere
Scritto da

Lo scorso 5 maggio, la deputata del Partito democratico Eleonora Cimbro ha scritto sulla propria pagina Facebook, a corredo di una foto che la ritrae mentre allatta il suo bimbo, che il legame che si crea tra una mamma e il proprio figlio è “fortissimo” e che per questo un figlio non dovrebbe poter diventare oggetto di dono, come previsto nei casi di maternità surrogata. La posizione di Eleonora Cimbro che peraltro rispecchia quella di una legge dello Stato italiano, è stata definita “violenta” e “discriminatoria” in una lettera postata sui social da un gruppo del suo stesso partito, il Pd, e condivisa anche da uno dei suoi membri, la senatrice Monica Cirinnà, relatrice di una legge che dovrebbe allargare i diritti e combattere le discriminazioni.

Screen Shot 2016-05-09 at 16.33.37

 

Vi riportiamo di seguito il testo della lettera che noi di Se non ora quando – Libere abbiamo trasmesso alla direzione del PD e al premier Matteo Renzi chiedendo una pubblica censura dell’attacco violento e ingiustificato, segnale di grave intolleranza, subito dalla parlamentare:

Screen Shot 2016-05-09 at 20.51.50

 

Chi ha scritto questo post

Libere

Libere

Siamo donne diverse per età, vita professionale e storie politiche. Molte di noi hanno fondato il grande movimento nato il 13 febbraio 2011 da un appello che si concludeva con le parole Se Non Ora Quando? Che libertà è il luogo dal quale lanciare alla società, alla politica e alla cultura la nostra nuova proposta: RIPRENDIAMOCI LA MATERNITÀ!

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi