SUCCEDE

Contro la barbarie la forza della fraternità

Cristina Comencini
Scritto da
La generazione della guerra, quella dei nostri padri e dei nostri nonni, ha conosciuto la barbarie, l’uccisione di esseri umani come fossero cose. Oggi succede alla nostra di vedere falciati innocenti in festa, bambini, donne, uomini, anziani, come corpi da buttare giù. Loro non si sono arresi, hanno conservato la forza che veniva dalla loro idea del mondo, dalla fraternità col mondo e con gli essere umani. Dobbiamo essere alla loro altezza: forti, intelligenti, combattivi, amanti della vita, sta a noi di non sentirci perduti.

 

Chi ha scritto questo post

Cristina Comencini

Cristina Comencini

Scrivo libri e dirigo film. Negli anni settanta ho partecipato al movimento femminista. Ero diventata madre giovanissima e la relazione con altre donne mi ha aiutato a capire me stessa, la mia vita. Abbiamo concepito e scritto l’appello del 13 febbraio 2011 perché pensavamo che era arrivato il tempo di rimetterci a lavorare tutte insieme intorno a un progetto comune per fare dell’Italia un paese anche per noi. Oggi credo che la nuova frontiera per le donne sia la costruzione con gli uomini di un mondo a due diversi e pari. E uno dei temi fondamentali che dobbiamo portare nella società è proprio una nuova maternità, la relazione con l'altro da sé che le donne hanno nel corpo, nella mente, nella loro storia.

1 Comment

  • Certamente viviamo in tempi cupi di grande confusione.Trovo corretto ilpapallelo storico tra l epoca dei partigiani e la nostra.Come allora ci confrontiamo con forze oscure le forze della dissoluzione sistemica della guerra del terrorismo ma anche con un neoliberismo autoritario che ci priva di diritti come donne e come lavoratrici.Come allora abbiamo le scarpe rotte e dobbiamo andar oltretutto non sappiamo dove e con chi ma sicuramente sappiamo il perché. I valori di fratellanza di eguaglianza di condivisione di pace il rispetto delle differenze come arricchimento la visione dell essere umano come fine e mai come mezzo ci differenziano dagli idolatri del denaro del successo delpotete .C è chi sceglie il bene della liberta responsabile e della costruzione di un mondo migliore e c è chi rinuncia a pensare e si arruola.Noi musulmani italiani siamo con voi pace salaam amina salina

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi