NO ALL'UTERO IN AFFITTO

Basta con le accuse di omofobia

Libere
Scritto da

 

Dove si celerebbe lo spirito omofobo? Nel difendere la dignità delle donne e dei bambini? Nel contrastare  la loro riduzione ad oggetti disponibili sul mercato?

 

È davvero arrivato il momento di dire basta alle accuse di omofobia lanciate in modo indiscriminato, intimidatorio, terroristico contro chi, contrario alla pratica dell’utero in affitto, ne discute pubblicamente sui social e media di ogni genere. Dove si celerebbe lo spirito omofobo? Nel difendere la dignità delle donne e dei bambini? Nel contrastare  la loro riduzione ad oggetti disponibili sul mercato? L’omofobia, quella vera, è un fenomeno ancora molto diffuso nella nostra società  ed è compito di tutti e di ciascuno combatterla con fermezza. Certamente non la si combatte, anzi, lasciando passare attacchi intolleranti e insensati e chiudendo un dibattito che potrebbe essere sviluppato in modo civile.

 

Chi ha scritto questo post

Libere

Libere

Siamo donne diverse per età, vita professionale e storie politiche. Molte di noi hanno fondato il grande movimento nato il 13 febbraio 2011 da un appello che si concludeva con le parole Se Non Ora Quando? Che libertà è il luogo dal quale lanciare alla società, alla politica e alla cultura la nostra nuova proposta: RIPRENDIAMOCI LA MATERNITÀ!

1 Comment

  • d’accordissimo.
    Tra l’altro, leggendo qua e là, noto che talune femministe inclini ad avvallare la gravidanza surrogata in nome della solita autodeterminazione delle donne, oggi vogliono (vorrebbero) vietare il burkini perchè, in questo caso, i nostri valori, la nostra cultura, l’ordine pubblico addirittura, bla bla; soprattutto queste femministe hanno evidentemente stabilito, decretato, che nel caso del burkini non esiste alcuna autodeterminazione! Curioso no?

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi