AGENDA

Festival diritto: surrogata, quali idee di libertà sono in gioco

Ph. Piacenzasera.it
Ph. Piacenzasera.it
Roberta Trucco
Scritto da

“Dignità: un tema universale che riguarda ciascuno di noi per il semplice fatto di essere umani.” Con queste parole il sindaco Paolo Dosi presenta il tema centrale della nona edizione del Festival del Diritto che si terrà a Piacenza dal 23 al 25 settembre. Queste, invece, sono le parole di introduzione di Stefano Rodotà, Responsabile scientifico del Festival:

Dignità significa rispetto. Ma non, come nel mondo antico, per un particolare status, che assicura un rango e una condizione di privilegio. Al contrario, la dignità nel mondo moderno implica il riconoscimento di ciò che ci accomuna in quanto esseri umani, l’impossibilità di trattare gli altri come mezzi e non come fini. Oggi si parla molto di dignità, ma essa di fatto è continuamente violata.”

danlily

Ed è proprio a quest’ultime parole che si richiama la partecipazione al Festival di Se non ora quando – Libere con un intervento dedicato alla maternità surrogata, analizzata da tre differenti prospettive: quella filosofica che osserva come la maternità da atto eminentemente umano, espressione altissima della dignità umana femminile, decada  a procedimento meccanico le cui componenti scisse diventano merci da mettere sul mercato; quella della sociologia del corpo, che evidenzia i rischi per la salute delle madri surrogate, delle donatrici/venditrici di ovociti e di coloro che nascono grazie all’uso di queste tecnologie; quella economica, che, vista la difficoltà di avere stime affidabili a livello internazionale sull’industria della surrogacy e sul movimento finanziario complessivo da essa generato, fornisce informazioni sui costi della surrogacy nei vari paesi che la consentono e sulle modalità contrattuali di accesso alla pratica.

 

 

Chi ha scritto questo post

Roberta Trucco

Roberta Trucco

Classe 1966, genovese doc (nel senso di cittadina innamorata della sua città), felicemente sposata e madre di quattro figli. Laureata in lettere e filosofia. Da sempre ritengo che il lavoro di cura non si limiti all'ambito domestico, ma debba investire il discorso politico sulla città. Per questo sono impegnata in un percorso di ricerca personale e d’impegno civico, in particolare sui contributi delle donne e sui diritti di cittadinanza dei bambini. Amo l'arte, il cinema, il teatro e ogni tipo di lettura. Da alcuni anni dipingo con passione, totalmente autodidatta. Intendo contribuire alla svolta epocale che stiamo vivendo con la mia creatività unita a quelle delle altre straordinarie donne incontrate nella splendida piazza del 13 febbraio 2011 di Se non ora quando. Credente, definita dentro la comunità una simpatica eretica, e convinta "che niente succede per caso."

https://www.facebook.com/roberta.trucco.5/about
http://27esimaora.corriere.it/author/roberta-trucco/

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi