MAI PIÙ COMPLICI NOTIZIE

“Il vaso di Pandora” contro la violenza sulle donne

Libere
Scritto da

È nato un sito nuovo: si chiama Il vaso di Pandora e si occupa degli abusi sessuali che le donne possono subire: per prevenirli, per informare ma anche per aiutare chi ne è stato vittima. L’indirizzo è www.ilvasodipandora.org, oppure www.ilforumdipandora.org. A volerlo Antonella Montano, da tempo attenta a queste problematiche, che si avvale dell’aiuto di medici, psicologi, giuristi. Nel rispetto dell’anonimato chi vuole può scambiare con le altre il racconto della propria esperienza, il suo punto di vista sulla violenza maschile, consigli pratici per non diventarne vittima. Il forum è una bacheca ideale per uscire dalla solitudine e avviarsi verso la guarigione perchè un abuso fisico o psichico lascia sempre ferite.

I tre obiettivi principali che “Il Vaso di Pandora” vuole raggiungere sono:

  • Costruire un luogo protetto, anonimo e gratuito dedicato all’ascolto e al confronto, dove poter raccontare liberamente le proprie esperienze e trovare sostegno emotivo, conforto, vicinanza, empatia.
  • Fornire informazioni in continuo aggiornamento sul trauma e sulle sue conseguenze fisiche e psicologiche.
  • Divulgare e prevenire: punti cardine de “Il Vaso di Pandora”, che si propone di portare informazione non solo attraverso il proprio sito ma anche organizzando incontri presso scuole, sedi di formazione per specialisti psicologi/psicoterapeuti, luoghi di aggregazione sociale, mediante campagne divulgative.

“Il Vaso di Pandora” mette a disposizione dei sopravvissuti una rete in cui sarà possibile trovare le risposte e il supporto necessari per riprendere in mano la propria vita.

 

Chi ha scritto questo post

Libere

Libere

Siamo donne diverse per età, vita professionale e storie politiche. Molte di noi hanno fondato il grande movimento nato il 13 febbraio 2011 da un appello che si concludeva con le parole Se Non Ora Quando? Che libertà è il luogo dal quale lanciare alla società, alla politica e alla cultura la nostra nuova proposta: RIPRENDIAMOCI LA MATERNITÀ!

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi