PARLIAMONE

Se siamo unite, non ci possono più fermare

Ph. MyFOX8.com
Ph. MyFOX8.com
Roberta Trucco
Scritto da

 

Il 21 gennaio è prevista  una grande marcia delle donne a Washington che vede già più di 20 mila adesioni. Sono state definite le “Se non ora quando? USA”.  E io che dalla piazza Se non ora quando? ho iniziato a marciare, convinta che il cambiamento è possibile a partire da Noi, voglio unirmi, almeno virtualmente alla loro marcia, guardare avanti e continuare a credere nel cambiamento onorando l’enorme cammino fatto da chi ci ha preceduto.

Screen Shot 2017-01-17 at 11.34.34

Questa  l’immagine della campagna presidenziale Usa che mi resterà impressa nel futuro e che mi ostino a credere  segnerà l’immaginario delle generazioni a venire nonostante la sconfitta della Clinton: Hilary Clinton e Michelle Obama abbracciate e sorridenti sul palco dell’arena Winston-Salem in North Carolina. Nessuna competizione, nessuna rivalità sul palco, solo l’esperienza che le accomuna: avvocate,  first ladies, politiche, madri e la grande fatica profusa per giungere ad essere quello che sono. Non possono essere più diverse. Una, statura media, una quindicina di anni in più, carnagione  bianca, americana; l’altra giunonica, nel pieno delle sue forze, carnagione scura, afro-americana.

Ph. MyFOX8.com

Ph. MyFOX8.com

Sono state anche rivali, eppure entrambe incarnano l’ emblema del sogno americano, tutto è possibile e soprattutto è possibile cambiare le cose quando si crede in quello che si fa. Uno sguardo sul mondo a partire dalla piena consapevolezza che l’esempio del proprio agire è una responsabilità enorme, capace di influenzare il modo di pensare e l’agire di milioni di persone. Messaggio che ripete, pochi giorni  prima dall’insediamento del nuovo presidente, la grande e coraggiosa attrice Meryl Streep nel suo discorso ai Golden globe 2017. Resta il fatto che sul quel palco con il loro abbraccio, Hilary e Michelle, hanno spezzato per sempre lo stereotipo della eterna rivalità tra le donne. Restiamo umane, unite, non ci possono più fermare .

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Chi ha scritto questo post

Roberta Trucco

Roberta Trucco

Classe 1966, genovese doc (nel senso di cittadina innamorata della sua città), felicemente sposata e madre di quattro figli. Laureata in lettere e filosofia. Da sempre ritengo che il lavoro di cura non si limiti all'ambito domestico, ma debba investire il discorso politico sulla città. Per questo sono impegnata in un percorso di ricerca personale e d’impegno civico, in particolare sui contributi delle donne e sui diritti di cittadinanza dei bambini. Amo l'arte, il cinema, il teatro e ogni tipo di lettura. Da alcuni anni dipingo con passione, totalmente autodidatta. Intendo contribuire alla svolta epocale che stiamo vivendo con la mia creatività unita a quelle delle altre straordinarie donne incontrate nella splendida piazza del 13 febbraio 2011 di Se non ora quando. Credente, definita dentro la comunità una simpatica eretica, e convinta "che niente succede per caso."

https://www.facebook.com/roberta.trucco.5/about
http://27esimaora.corriere.it/author/roberta-trucco/

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi