AGENDA MAI PIÙ COMPLICI

Il carcere si apre alla lotta contro la violenza

Libere
Scritto da

“#noicontrolaviolenza” è il progetto del Liceo artistico Enzo Rossi di Roma e della nostra associazione, Se non ora quando-Libere, al quale aderiscono, attraverso la rete nazionale, anche molti licei artistici di altre città. Il giorno 6 giugno, dalle ore 10 alle ore 13, il carcere di Rebibbia si apre, dunque, ai ragazzi: nello spazio teatrale della Casa Circondariale maschile – Nuovo complesso-, infatti, verrà rappresentato il testo teatrale di Cristina Comencini  ”L’amavo più della sua vita”, storia di un femminicidio giovanile, interpretato da Irene Petris e Marcello Spinetta con la regia di Paola Rota. Il testo è stato scritto e rappresentato nella campagna Mai più complici.

Schermata 2017-02-02 alle 20.45.03

Al messaggio contenuto in questo testo si aggiungeranno, poi, le narrazioni di uomini e donne reclusi che hanno sperimentato la violenza. Ma i veri protagonisti della giornata sono i ragazzi: liberi da condizionamenti e pressioni potranno formulare domande, osservazioni, approfondimenti, pensieri.

"L'amavo più della sua vita" scritto da Cristina Comencini, interpretato in questa scena da Irene Petris ed Edoardo Natoli

“L’amavo più della sua vita” scritto da Cristina Comencini, interpretato in questa scena da Irene Petris ed Edoardo Natoli

A dare il loro contributo alla manifestazione saranno,tra gli altri, Maria Elena Boschi , Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio, Linda Laura Sabbadini, del Dipartimento Statistiche Sociali dell’Istat, Rossella Santoro, Direttore C.C. Roma Rebibbia Nuovo Complesso, Ida  del Grosso, Direttore C.C. Femminile Roma Rebibbia, Maria Grazia Dardanelli, Dirigente scolastica. La speranza è che queste iniziative riescano ad unire chi è dentro e chi è fuori dalle sbarre, chi rappresenta le istituzioni e chi, per la giovane età, comincia a sperimentarle, ma anche che possano servire a creare le premesse per una società in cui prevalgono relazioni corrette e sane nel riconoscimento delle molteplici differenze.

Locandina #nclv

Chi ha scritto questo post

Libere

Libere

Siamo donne diverse per età, vita professionale e storie politiche. Molte di noi hanno fondato il grande movimento nato il 13 febbraio 2011 da un appello che si concludeva con le parole Se Non Ora Quando? Che libertà è il luogo dal quale lanciare alla società, alla politica e alla cultura la nostra nuova proposta: RIPRENDIAMOCI LA MATERNITÀ!

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi