PARI E DIFFERENTI SUCCEDE

Casellati, la prima donna presidente del Senato

Libere
Scritto da

 

Quella di presidente del Senato della Repubblica è la seconda carica più importante della Repubblica italiana dopo quella del capo dello Stato. Tra i vari ruoli, il presidente del Senato ha per esempio quello di sostituire quest’ultimo in caso di indisponibilità. Ebbene, da oggi, per la prima volta nella storia del nostro Paese, dopo ventuno presidenze al maschile, tale ruolo sarà ricoperto da una donna: Maria Elisabetta Alberti Casellati.

[Fonte: Wikipedia]

[Fonte: Wikipedia]

La prima donna presidente del Senato, si è presentata all’aula molto emozionata ma pacata e ha subito sottolineato la grande novità da lei incarnata, esprimendo la propria riconoscenza a tutte le donne e alle loro lotte che l’hanno resa possibile. Ha voluto ricordare in particolare le donne dimenticate che hanno contribuito alla formazione dell’Italia unita e le tante ragazze che hanno partecipato alla guerra di Liberazione, citando esplicitamente tra i presenti la senatrice Liliana Segre. Come seconda carica dello Stato, ha poi voluto aggiungere che ormai nessun traguardo sarà più precluso alle donne. È quindi sulla base di questa non scontata presa di posizione che la Presidente ha ricordato brevemente la propria storia politica, per poi sviluppare un discorso fortemente istituzionale. Ha toccato il quadro internazionale, ma ha parlato anche della necessità di riforme che sostengano non solo le imprese e il Made in Italy, ma i singoli cittadini toccati dalla crisi e le tante ricchezze storico artistiche che caratterizzano singolarmente il territorio italiano.

 

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Chi ha scritto questo post

Libere

Libere

Siamo donne diverse per età, vita professionale e storie politiche. Molte di noi hanno fondato il grande movimento nato il 13 febbraio 2011 da un appello che si concludeva con le parole Se Non Ora Quando? Che libertà è il luogo dal quale lanciare alla società, alla politica e alla cultura la nostra nuova proposta: RIPRENDIAMOCI LA MATERNITÀ!

1 Comment

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi