Rappresentanza paritaria

È ora di reagire!

Foto (Getty) Italia
Foto (Getty) Italia
Libere
Scritto da

Effettivamente è un ‘governo del cambiamento’, quello che si è appena finito di insediare. I semplici numeri sono già molto eloquenti: 18 ministri, 5 donne di cui tre senza portafoglio. Ad essi si aggiungono 45 tra viceministri e sottosegretari: 40 uomini e 5 donne. Non devono spiegare nulla, non ritengono di dover giustificare in alcun modo questa che non vedono nemmeno come una scelta: se la cantano tra loro ed è naturale che sia così. Ma se i numeri non bastassero ci sono delle altre scelte che chiariscono la cifra politica di questo cambiamento: il Ministero per le Pari Opportunità non c’era nemmeno nel passato governo, ma qui c’è quello della Famiglia e Disabilità, dove emerge platealmente che le donne devono avere un ruolo preciso, cura di bambini, anziani e disabili, in un unico mucchio concepito come oggetto di assistenza. E infine la chicca: la delega per le Pari Opportunità che era di una ministra donna, è ora data ad un uomo, che era rimasto senza ministero e pare si sia occupato di adolescenti, ed è divenuta Pari Opportunità e Giovani, tanto per definire una volta per tutte la posizione di ‘minori’ che alle donne è ‘naturale’. Il segnale del cambiamento in questa umiliazione è davvero assordante e bisogna assolutamente reagire.

 

 

Chi ha scritto questo post

Libere

Libere

Siamo donne diverse per età, vita professionale e storie politiche. Molte di noi hanno fondato il grande movimento nato il 13 febbraio 2011 da un appello che si concludeva con le parole Se Non Ora Quando? Che libertà è il luogo dal quale lanciare alla società, alla politica e alla cultura la nostra nuova proposta: RIPRENDIAMOCI LA MATERNITÀ!

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi