Donne nei media Succede

Matrimonio Ferragnez, perchè tanta acrimonia?

Rita Cavallari
Scritto da

Metto le mani avanti e lo dico subito: Chiara Ferragni mi è simpatica. Lo dico perché quasi tutte le persone che frequento non sanno chi è, e se a volte lo sanno considerano Chiara un personaggio irrilevante, di cui non ha senso parlare, anzi, un esempio di deleteria invadenza dei social media nella nostra vita. I giornali, quelli seri che discettano di spread, rating, economia e politica  estera, che di norma ignorano Chiara Ferragni, se ne sono dovuti occupare in occasione del suo matrimonio. In generale hanno trattato l’argomento con un po’ di supponenza, intitolando i pezzi “nozze da luna park”, oppure “lo show del matrimonio” o anche “un evento social”, quasi a voler suggerire che in realtà si è trattato di un mero fatto commerciale.

Ferragnez, il bellissimo discorso di Chiara

"Il futuro che ho sempre sognato" il discorso di Chiara Ferragni al neo sposo Fedez commosso

Pubblicato da onlinemagazine.it su Martedì 4 settembre 2018

Qualche politico ha trovato da ridire sul fatto che per il volo Alitalia degli invitati, prenotato da Milano alla Sicilia, fossero stati previsti biglietti aerei personalizzati e il gate di partenza avesse bene in vista il logo degli sposi: è stata addirittura presentata un’interrogazione parlamentare ed è stato fatto un esposto all’ENAC, l’ente che controlla l’aviazione civile. Molti hanno fatto notare che gli ospiti famosi attesi per la festa non sono venuti, ad eccezione della “inarrestabile Bebe Vio“. Parole ironiche sono state spese sulle partecipazioni a forma di pop-up (quelle che aprendosi diventano tridimensionali), sulla ruota panoramica e la giostra montate nel giardino della festa, sullo stile Coachella del ricevimento (il Coachella Music Festival è un popolare evento che si svolge ogni anno in California). Insofferenza e fastidio sul fatto che lei, Chiara, abbia oltre quattordici milioni di follower (persone che la seguono) sui social media e che sia a capo di attività commerciali che fatturano milioni di euro ogni anno.
Ma perché tanta acrimonia?

Chiara è una fashion blogger (scrive di moda in un blog, The Blond Salad, dove presenta abiti e accessori di tutti i prezzi) ed una influencer (quattordici milioni di persone vedono sul Web i capi che indossa e ne comprano di simili). È seguita in tutto il mondo. Il motivo di tanto successo? Innanzi tutto perché si occupa di moda, e in Italia la moda è importante e muove un comparto economico di tutto rispetto. La moda ci piace, non ci vestiremmo mai come la Merkel sempre con la stessa giacca fatta con lo stampino, la supremazia italiana in questo campo ci viene universalmente riconosciuta.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Chiara è stata capace di cogliere il momento e di riuscire a proporre la moda come sogno che ciascuno poteva rendere vero. Buona parte dei capi che sponsorizza sono italiani: l’abito del ricevimento di nozze era firmato Prada, le damigelle erano vestite da Alberta Ferretti, Versace è riuscito a ingabbiare Fedez (il marito), con tutti i suoi molti tatuaggi, in un tradizionale elegantissimo completo da cerimonia. L’abito della sposa era di Dior, non italiano dunque, ma non dimentichiamoci che la maison Dior è diretta da Maria Grazia Chiuri, italiana, guru dell’alta moda.

View this post on Instagram

“When I was asked by Chiara to design the dresses for her bridesmaids, I immediately accepted and began thinking of way to make the project not only special, but unique. Glamour and fashion have always been attentive to the world surrounding us and the important causes that confront us daily, like being ethically sustainable. With the creation of the eco-sustainable gowns, we wanted to make an event as multimedia heavy and viral as Chiara and Fedez’s wedding not only a celebration of their love and union, but a message that communicates ethical beauty” The perfect bridesmaids at the wedding of the year wear custom made #AlbertaFerretti gowns made with sustainable fabrics in collaboration with @ecoage. #GreenCarpetChallenge #ChiaraFerragni #AFcelebrities

A post shared by Alberta Ferretti (@albertaferretti) on

Dunque il matrimonio è stato un grande evento promozionale della moda italiana e la Ferragni andrebbe ringraziata per questo. Come pure andrebbe ringraziata per essersi sposata in Sicilia (terra di origine dei suoi nonni materni) invece che ad Ibiza o in un castello scozzese e per aver scelto Alitalia invece di altre compagnie. Per concludere, devo dire un altro motivo per cui Chiara mi è simpatica: non rinuncia ai tacchi a spillo anche se il marito è più basso di lei. Non cerca di mimetizzare la differenza di altezza e svetta con le sue gambe lunghe nelle foto di rito. Così è e va bene così!

 

Chi ha scritto questo post

Rita Cavallari

Rita Cavallari

Sono nata a Roma alla fine della seconda guerra mondiale e ho vissuto la rinascita del nostro Paese, il boom economico, gli anni della contestazione, il femminismo. Sono laureata in architettura e ho lavorato per molti anni in un ente pubblico. Conosco il soffitto di cristallo e l'ho provato sulla mia pelle. Sono divorziata. Ho un figlio che lavora all'estero e due nipoti adolescenti che tornano spesso in Italia. A volte temo che sapranno scrivere correttamente solo in inglese e dimenticheranno l'italiano. Amo leggere e sono coordinatrice del Circolo dei lettori della Biblioteca comunale Villa Leopardi di Roma. A causa di un incidente traumatico sono paraplegica. Partecipo a Se non ora quando da marzo 2011 perché credo che si debba progettare il futuro a misura delle donne e che siano le donne a doversi impegnare per questo.

Facebook: https://www.facebook.com/rita.cavallari.5
Twitter: @ritacavallari1

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi