BATTAGLIE

Fiaccolata per il popolo curdo, noi ci saremo

Frame dal film "I am the Revolution" di Benedetta Argentieri
Frame dal film "I am the Revolution" di Benedetta Argentieri
Sara Ventroni
Scritto da

Da giorni siamo attente, in attesa che qui qualcosa accada. Oggi stiamo cercando delle parole per la fiaccolata di domani. Noi LIBERE ci saremo. Stiamo cercando delle parole semplici e forti contro la nuova guerra in Siria. Stiamo cercando parole per accorciare la distanza dalle donne curde che lottano, non solo contro il terrore nero dell’Isis, ma per costruire, tra calcinacci e macerie, una nuova comunità di donne e uomini. I gruppi organizzati delle ragazze dell’YPG combattono per questo.

Ci chiedono di non essere distanti o indifferenti. Mettono a rischio la vita per la libertà. E la loro libertà ci riguarda, è la nostra stessa libertà. Ma noi siamo in attesa e sono giorni che stiamo aspettando. Cosa? Una reazione efficace dall’Europa e qualcosa che sappia farci uscire dall’inerzia compulsiva dei social, per trovarci insieme, oltre la condivisione di un meme. Nell’attesa che qualcosa di vitale ci trascini fuori casa, cerchiamo parole in curdo – pace, libertà Aşîtî, Azadî – perché nella distanza ridotta delle comunicazioni, che almeno arrivino a loro le nostre parole. E a noi le loro.

 

Chi ha scritto questo post

Sara Ventroni

Sara Ventroni

Sono nata a Roma nel 1974. Attualmente collaboro con l'Archivio storico delle donne "Camilla Ravera" e con la Fondazione Istituto Gramsci. Ho pubblicato l’opera teatrale Salomè (No Reply, 2005); Nel Gasometro (Le Lettere 2006) e racconti sparsi (Sono come tu mi vuoi, Laterza, 2009; A occhi aperti, Mondadori, 2008; Scrittori in curva, Marotta&Cafiero 2009). Ho collaborato con Rai Radio 3 e sono stata editorialista dell’Unità. Anni fa, con il gruppo Di Nuovo abbiamo trovato la forza e le parole per riannodare, il 13 febbraio 2011, la relazione tra le donne e il paese. Ci siamo chieste, insieme agli uomini: Se non ora, quando? Oggi siamo ancora qui a domandarci – generazione senza figli e senza lavoro: che libertà?

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi