BATTAGLIE CHE RICOSTRUZIONE RAPPRESENTANZA PARITARIA

Task force Colao, le donne contano di più ma il governo non le ‘vede’

Serena Sapegno
Scritto da

Il protagonismo delle donne in questa emergenza è davvero sotto gli occhi di tutti e tutte. Perfino i talk show stanno cercando, negli ultimi giorni, di tenere conto delle molte competenze femminili in tutti i campi e diversi volti di donne appaiono sui nostri schermi. Da ultimo però, il protagonismo ha assunto una piega diversa. Parliamo delle proteste, che si ripercuotono dal web ai giornali online, sulla mancata presenza di donne nei diversi gruppi di esperti. In modo particolare, sulla più importante concentrazione di competenze che dovrebbe condurci fuori dal tunnel: la task force diretta da Colao, composta all’80% da uomini!

Il fatto è particolarmente grave per due motivi. Il primo è che il valore simbolico di tale scelta è davvero accecante: le donne continuano a non avere importanza nelle scelte più importanti per tutti e tutte. E secondo, non ci si rende conto che nel momento in cui si deve riorganizzare il paese, se non si ha una massiccia presenza di donne, con le loro diverse competenze nei vari livelli della società, non si potrà che continuare a ripetere gli errori di sempre. A perdere, quindi, questa opportunità di costruire una società a misura anche delle donne.

Chi ha scritto questo post

Serena Sapegno

Serena Sapegno

A Roma sono nata, ho studiato e incontrato la politica e il femminismo: qui vivo ancora con il mio compagno, il figlio ha appena lasciato casa. Ma anni decisivi per me sono stati quelli passati in Inghilterra, i lunghi periodi in altri paesi come gli USA, le avventure europee. Insegno alla Sapienza Letteratura italiana e Studi di genere e lì, da quindici anni, coordino il Laboratorio di studi femministi. L’amore per la letteratura è sempre stato anche studio sulla formazione della coscienza individuale e culturale. Mi appassiona da sempre costruire imprese con altre donne per cambiare il mondo anche a nostra misura: per questo ero in DiNuovo e in Se non ora quando? e ora andiamo avanti.

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi