DONNE&SAPERE SUCCEDE

La lettura ci può salvare?

Serena Sapegno
Scritto da

Un settimanale dedicato alla lettura, in questo caso Robinson, inaugura in tempi di isolamento domestico un gioco di quelli imperdibili per molte e molti di noi: “Mi consigli un libro?”. L’idea è articolata con “dieci persone di cui ci fidiamo” che in effetti consigliano dieci libri ciascuno: un bel numero tondo. Il rigoroso ordine alfabetico pone in primo piano Natalia Aspesi che, dopo aver raccontato che nel 1949 “Il secondo sesso” di Simone de Beauvoir le ha cambiato la vita, aggiunge a quello altri nove titoli, tutti scritti da donne.

Convinta che finalmente il mondo sia cambiato, almeno su certe cose in certi ambienti, procedo. Ma alla fine del percorso sono senza parole: solo altre due scrittrici trovano il modo di comparire nel fantastico elenco! Cerco di capire meglio e osservo che tra le “dieci persone di cui ci fidiamo” le donne sono tre. Interessante visto che secondo le stime dell’AIE sono proprio le donne a costituire di gran lunga la maggioranza di chi legge e acquista i libri.

Ma naturalmente non è solo questo. Infatti le altre due scrittrici sono state menzionate da Stefano Massini (Szabo) e Melania Mazzucco (Yourcenar). Quindi non basta essere donne, anche se aiuta. Ovviamente le scelte di lettura costituiscono un terreno di libertà sacra e inviolabile, ci mancherebbe! Ma forse qualche domanda bisognerebbe farsela, che si sia lettori o lettrici!!!

Chi ha scritto questo post

Serena Sapegno

Serena Sapegno

A Roma sono nata, ho studiato e incontrato la politica e il femminismo: qui vivo ancora con il mio compagno, il figlio ha appena lasciato casa. Ma anni decisivi per me sono stati quelli passati in Inghilterra, i lunghi periodi in altri paesi come gli USA, le avventure europee. Insegno alla Sapienza Letteratura italiana e Studi di genere e lì, da quindici anni, coordino il Laboratorio di studi femministi. L’amore per la letteratura è sempre stato anche studio sulla formazione della coscienza individuale e culturale. Mi appassiona da sempre costruire imprese con altre donne per cambiare il mondo anche a nostra misura: per questo ero in DiNuovo e in Se non ora quando? e ora andiamo avanti.

Commenta

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Proseguendo nella navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi